Skip links

Lenticchie e cotechino a Capodanno: le origini di una credenza fortunata

L’ultimo dell’anno in Italia è celebrato con una serie di tradizioni radicate nella cultura popolare, e tra le più iconiche c’è sicuramente l’immancabile piatto di lenticchie e cotechino. Questa usanza non è solo un rituale gastronomico, ma porta con sé una storia ricca di significato e auspici per il nuovo anno.

Lenticchie e cotechino: alcuni cenni storici

I primi cenni dell’esistenza delle lenticchie, fondamentali nell’alimentazione sin dal Neolitico, risalgono al 525 a.C. e sono nate sulle sponde del Nilo, a Pelusio. Si narra che è proprio da qui che partissero navi egizie cariche di lenticchie verso i porti della Grecia e della Magna Grecia in Italia.

Il cotechino è il fedele compagno delle lenticchie nella celebrazione di Capodanno dal 1511, anno in cui il filosofo Pico della Mirandola consigliò ai concittadini, assediati dalle truppe pontificie di Giulio II di conservare la carne di maiale direttamente all’interno della cotenna insaporita da spezie. Così facendo era garantita una maggiore e migliore conservazione della carne e il sapore era molto apprezzato. La lavorazione si concludeva in 15 giorni, motivo per cui nacque l’usanza di farla nel periodo di Santa Lucia, in modo da festeggiare l’anno nuovo gustando questo piatto.  Si tratta comunque di una supposizione.

Il loro simbolismo

Ma per ripercorrere la storia che ha portato le famiglie a consumare lenticchie e cotechino a mezzanotte dell’ultimo dell’anno è necessario andare indietro fino all’epoca romana. Si credeva che le lenticchie, per la loro forma simile a monete, portassero ricchezza, si usava infatti regalarne un sacchetto con l’auspicio che potessero trasformarsi in denaro. Il cotechino, invece, simboleggiava prosperità e abbondanza.

Per questo la combinazione di questi due ingredienti oltre ad essere un pasto saziante e gustoso rappresenta un buon auspicio per l’anno a venire. Questa tradizione ha attraversato diversi secoli e vive ancora sulle tavole delle famiglie italiane.

 

La tradizione di consumare lenticchie e cotechino il 31 dicembre è molto più di un semplice gesto culinario, è diventata un momento di condivisione e festa, un rituale che unisce le persone e rafforza il legame familiare. Ogni boccone di questo delizioso piatto rappresenta un augurio per un anno nuovo ricco di soddisfazioni, prosperità e fortuna.

Leave a comment