Skip links

Le municeddhe, le lumache salentine: un piatto prelibato

Tra i piatti poveri della cucina tipica del territorio pugliese ci sono le lumache salentine, chiamate “municeddhe”. Tipiche della campagna le lumache si presentano con il guscio scuro, e creano una patina bianca – conosciuta come “panna” – quando vanno in letargo. Le municeddhe sono un piatto semplice da preparare e gustoso.

 

Le origini delle lumache salentine

Le lumache salentine sono un ingrediente della tradizione contadina. In passato, infatti, quando il cibo scarseggiava, era considerato uno spreco non raccoglierle per creare dei piatti deliziosi e sazianti. Ad oggi, sono rimaste parte integrante della cultura gastronomica del territorio, unite ad altri pochi ingredienti – alloro, vino, cipolla e peperoncino- sono una vera bontà e super saporite.

Il temine “municeddha” ha un’origine sconosciuta, ma la sua etimologia potrebbe tuttavia riscontrarsi nell’aspetto e nel colore del guscio di questa lumaca che ricorda il colore del saio dei monaci, o potrebbe dipendere dalla patina bianca che si crea nel loro periodo di letargo, che ricorderebbe la cuffia che in tempo portavano le suore.

Come trovare le municeddhe

Per gustare questa prelibatezza ovviamente è necessario innanzitutto trovarle. Per farlo è bene munirsi di un cestello e tanta pazienza. Basterà aspettare un giorno di pioggia e le vedrai sbucare nelle campagne, attaccate agli arbusti. Anche meglio se hanno la cosiddetta “panna”, ovvero il sottile strato le che le protegge durante il letargo e che conferisce il massimo del sapore.

Preparazione

Una volta trovate è giunto il momento di cuocerle. Potrai gustarle al forno, arrostite o in umido, che è il metodo di preparazione più comune.

Ecco come prepararle in pochi passaggi:

Lava accuratamente le lumache e prima di risciacquare per l’ultima volta aggiungi una manciata di sale fino e lasciale in ammollo per alcuni minuti. Passale sotto al getto di acqua corrente e versale in una ciotola.

Nel frattempo fai soffriggere in una pentola capiente olio e aglio o cipolla, aggiungi le lumache sgocciolate e durante la cottura insaporisci con sale, peperoncino e foglie d’alloro. Fai cuocere a fiamma vivace per 4-5 minuti, poi aggiungi il vino e fallo sfumare. Una volta assorbito spegni e servile ancora calde.

 

La cucina salentina non smette mai di stupire con i suoi piatti semplici ma sempre gustosi. Se hai voglia di scoprirne tanti altri della tradizione locale, potrai farlo nel nostro ristorante Il Contadino, in Via Azienda.

Leave a comment